logo
TecnicoPC.net e un marchio Datacorp Technology Ltd.

Web, Mobile e Social Marketing

Pay Per Click (PPC) e Google AdWords Management

Creazione siti web, Internet e mobile app

Conversion Rate Optimization

Assistenza, manutezione e riparazione hardware e software.

Non esitate a contattarci

3451561619

contatti@tecnicopc.net

Via Primo Maggio 152, Luserna San Giovanni, TO, ITALIA

Lun - Ven 9.00 - 18.00h

3451561619

Luserna San Giovanni

Top

VIDEOSORVEGLIANZA

VIDEOSORVEGLIANZA

Come le tecnologie possono aiutarci nella sorveglianza degli spazi di casa, ufficio, azienda, capannoni industriali, Milano.

La videosorveglianza è utile in tutti i casi in cui vi è la necessità di dover monitorare luoghi distanti dall’osservatore. Si possono sorvegliare sia le abitazioni che gli edifici di interesse pubblico oltre a spazi come aziende di qualsiasi dimensione, uffici, negozi, centri commerciali a condizione di utilizzare tecnologie adeguate al rischio e all’ampiezza delle aree da sorvegliare.

Tecnicopc.net fornisce un servizio di installazione di impianti di sorveglianza che comprende analisi delle condizioni di rischio a partire dalla planimetria della sede da controllare, evidenziazione di punti ciechi che potrebbero favorire l’intrusione, scelta delle posizioni di installazione delle telecamere, installazione dell’impianto di sorveglianza Milano, configurazione del sistema, dei registratori, dei multiplexer, configurazione del collegamento internet per la visibilità dell’impianto da pc e telefoni Android e Iphone.

Tecnicopc.net potrà supportarvi in caso di problemi con impianti preesistenti in caso di guasto o malfunzionamento.

In relazione al tipo di impianto di videosorveglianza Milano che si vuole realizzare si devono scegliere i componenti più adeguati.

a) Telecamere di videosorveglianza.

  • possono essere analogiche o digitali, con ottiche più o meno precise e risoluzioni pù o meno alte
  • il tipo di connessione per trasmettere il segnale video, che può essere tramite cavo coassiale BNC, cavo ethernet o adattatore wireless
  • il sistema di alimentazione elettrica delle telecamere, che può essere AC 110-240-360V, a 12V, POE (power over ethernet)
  • l’unita ottica, soprattutto ma non solo per i modelli analogici, ed il sensore, che potranno essere di tipo CCD anche per i modelli analogici avanzati, o CMOS per telecamere digitali
  • i collegamenti con connettori seriali RS-232 e RS-485 per la gestione della camera da remoto, anche con funzionalità Pan-Tilt-Zoom per il controllo dell’asse sugli assi verticale/orizzontale (360°)
  • il connettore audio in/out, fullduplex, per la gestione di videoconferenze ed il controllo dei vari sensori di allarme ambientali
  • i connettori ‘schede di memoria’ per archiviazione dati e generazione DataBase, utile se la telecamera e/o il videoregistratore, a prescindere dal tipo di supporto di registrazione, supporta le funzioni di “proattività video”, ovvero l’insieme delle funzioni che elaborano immagini e ne traggono una serie di informazioni utili per semplificare la successiva elaborazione e/o attivazione umana
  • i connettori AUX/ALARM, per la gestione di allarmi fisici ed il tempestivo intervento da parte di un operatore, ovvero per la messa in moto di procedure automatizzate. Possono coesistere “allarmi logici” a seconda del livello tecnologico della telecamera e/o registratore
  • il sensore crepuscolare abbinato ad una fonte di luce agli infrarossi, capace di registrare video di qualità anche in totale assenza di luce visibile all’uomo
  • la risoluzione e la sensibilità dell’obbiettivo che dovrà essere scelto in base alle condizioni ambientali di luce e di ampiezza dell’area da controllare

B) I Rregistratori

  • passati in obsolescenza quelli di tipo analogico per la difficoltà di gestire e analizzare le immagini video, al giorno d’oggi ha senso parlare solo dei modelli digitali DVS(digital video system)
  • i componenti hardware quali Motherboard, scheda Video, RAM, HDD, SSD, MULTIPLEXER (per la gestione, acquisizione e sincronizzazione audio/video).
  • la presenza dei connettori per Mouse, Tastiera, USB, External Sata e altre tipologie implementate sui vari modelli per archiviare, gestire, organizzare e preservare i dati delle telecamere di sorveglianza
  • il numero di connettori BNC in ingresso che deve essere proporzionale al numero di telecamere gestibili. I DVS di alta qualità gestiscono sia segnali analogici che digitali
  • la presenza di BNC di looptrought per la gestione dei singoli segnali video, adatti soprattutto per istituti di vigilanza 24/24
  • la presenza di uscite BNC analogiche per la visione su monitor (videowall)

C) I software

  • la tipologia del software di controllo e gestione del sistema di sorveglianza e degli allarmi
  • ci sono telecamere che dispongono di un software interno installato nella camera (non analogica) che possono aiutare nel gestire il video, l’audio, gli allarmi, le uscite, i vari sensori, in maniera molto efficente
  • la complessità dei segnali che si vogliono analizzare e il tipo di azioni automatiche che si vogliono impostare sul sistema di sorveglianza: un software d’analisi di buon livello è in grado di segnalare se vi sono comportamenti anomali rispetto a parametri settabili nell’interfaccia utente, e se compaiono situazioni anormali nell’impianto, ad esempio il sistema può riconoscere la caduta della rete elettrica e attivare dei sistemi di sicurezza (alimentazione di emergenza)
  • la tipologia della connessione del softare con la telecamera: generalmente sono raggiungibili con protocollo TCP/IP o con cavo seriale o connettore JTAG (in questo caso solo per test)

La complessità dell’impianto di sorveglianza ed il costo potranno variare in relazione al rischio e al valore della cosa da proteggere. Per piccole installazioni un sistema basato su ‘ip camera’ collegata a internet e raggiungibile tramite pc o smartphone dotata di software per segnalazione di eventi anormali, esempio il cambio di luminosità dovuto al passaggio di una persona,  potrebbe essere sufficiente. Per controllare aree più vaste, possiamo operare su strutture pubbliche e private anche di grandi dimensioni, un aereoporto, una stazione metropolitana, un casinò o le infrastrutture urbanistiche di un’intera città, la complessità del sistema, il numero di telecamere e i sistemi di controllo da attivare saranno proporzionali.

Tecnicopc.net con tecnici con esperienza specialistica sui sistemi di sorveglianza e sulle connessioni ai sistemi su rete internet potrà supportare l’installazione e la configurazione di impianti di sorveglianza per casa, ufficio, azienda, capannoni industriali, enti pubblici.